L’EVOLUZIONE DEL LEADER – costretti all’empatia da convenevoli forzati

In un momento come questo, in cui le aziende e le persone sono chiamate a modificare in modo radicale i propri comportamenti, è necessario che i Leader siano in grado di esprimere al meglio il loro ruolo strategico.

Il titolo del seminario riprende un articolo di Jacopo Pasetti pubblicato sul Sole 24 ore all’inizio di questa fase, in cui già allora si auspicavano nuovi modelli di leadership e relazione nel mutato contesto professionale.

L’esigenza è ancora oggi quella di una Leadership, empatica, comunicativa, che sia in grado di accompagnare l’intera organizzazione lungo un percorso di trasformazione nell’incertezza, operando in un sistema complesso, inedito e imprevedibile.

Una questione di approccio, non di nuovi compiti. Non si tratta di fare cose nuove, ma di trovare un modo diverso di fare le cose. Magari contando sull’aiuto di consulenti preparati e vicini ai nostri problemi e capaci di sollevarci nel trovare soluzioni.

Durante questo webinar racconteremo la nostra esperienza sul tema della Leadership nel cambiamento, portando case studies ed esempi pratici, e di come un modo diverso di esercitare la leadership possa supportare e affrontare il cambiamento.

Una leadership che definiamo anti-fragile, dove l’anti fragilità è intesa come la vera forza da coltivare quando il contesto è in cambiamento irreversibile, come lo è in questa fase.

Il programma della formazione:

Lo scenario (Stefano Schena – CEO di ASFE scarl e Formazione SPA srl)

La Leadership Antifragile (Roberto Canu – formatore e coach di Forbusiness lifeskills srl)

La gestione del personale in tempi di crisi (Laura Parotto – Giuslavorista; Francesca Contolini, Consulente del Lavoro)

La Formazione che verrà (di Luca Manferdini – responsabile aziende ASFE scarl)

Una Leadership condivisa (a cura di Maurizio Chiappa – CEO di Forbusiness lifeskills srl)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

2 risposte a “L’EVOLUZIONE DEL LEADER – costretti all’empatia da convenevoli forzati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *